Le api di tutto il mondo stanno morendo

Questa sera su Rai3 alle ore 21,20 andrà in onda uno speciale dal titolo “L’ultima ape” dove ancora una volta si lancerà un appello di sensibilizzazione per una tragedia oramai da anni annunciata: le api di tutto il mondo stanno morendo.

Sono un apicoltore biologico professionista e vivo quotidianamente il problema della loro sopravvivenza al punto che, per assurdo, la produzione di miele, passa in secondo piano rispetto alla tutela della loro vita.

Gli ultimi dati ufficiali, forniti da Greenpeace, affermano che negli ultimi inverni nella sola Europa si sono registrati perdite fino al 53 per cento di alveari, mentre negli Stati Uniti lo scorso anno gli apicoltori hanno segnalato perdite dal 50 al 90% (fonte Dan Rather Report).

Le cause di questo disastro sono tante. I cambiamenti climatici hanno certamente un impatto negativo ma la prima causa resta quella dell’inquinamento in agricoltura, per la coltivazione intensiva, per il continuo utilizzo sconsiderato di pesticidi, insetticidi, funghicidi e antiparassitari chimici.

Si comincia anche a parlare di problemi dati dai campi elettromagnetici prodotti dalle reti mobili di comunicazione che causerebbero la perdita di orientamento delle api e disfunzioni nel loro sistema immunitario, rendendole sempre più deboli.